GENZIANA CHE PASSIONE

GENZIANAIl liquore di Genziana è l’immancabile fine pasto della tavola Abruzzese. E’ il digestivo per definizione e presenza indispensabile anche per la ricchezza del menu tipo abruzzese.

La pianta di Genziana è tipica dell’Appennino e cresce sulle pendici del Gran Sasso.

La genziana deve il suo sapore spiccatamente amarognolo, e le sue proprietà digestive, ad una sostanza, la genziopiricina, contenuta appunto nelle radici.

La genziana è stata inserita nelle specie protette dalla L.R.45/79, ne è quindi vietata la raccolta, per qualsiasi fine.

Le erboristerie, molti siti internet, vendono radici secche pronte da utilizzare per dilettarsi con la ricetta e produrre il liquore di Genziana fatto in casa, che è impossibile non trovare in ogni famiglia abruzzese.

Favorisce la digestione e si può ricavarne una benefica tisana facendo macerare, , 2 grammi di radice essiccata in 250 ml d’acqua fredda. Basterà farla bollire, filtrarla e berne un bicchiere dopo i pasti.

E’ un ottimo toccasana per i cosiddetti cali di energia, tipici con il cambio di stagione: basta unire 20 grammi di radici con 60 grammi di fiori di camomilla e 120 grammi di radici di valeriana, tagliare e mescolate il tutto. Ottimo anche per regolare l’intestino.

Se si fanno bollire 100 grammi di radice in un litro d’acqua, è perfetto per cicatrizzare le ferite e lenire le scottature solari oltre ad essere un ottimo detergente per tutti i tipi di pelle, se si mette a macerare 20 grammi di radici sminuzzate in un litro d’acqua bollente per 10 minuti e, fatto raffreddare la miscela, la si conserva in una bottiglia ben chiusa. La si può utilizzare allo stesso modo di un tonico.

LA GENZIANA: l’unione di sapori, profumi, colori e sensazioni che puoi trovare solo in Abruzzo. Non manca mai nelle nostre tavole e certamente non manca mai nelle tavole imbandite dell’Hotel Sporting durante le vostre vacanze al mare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *